Salmone al sesamo

La ricetta di oggi potrebbe essere un’alternativa ai soliti secondi piatti, unti e bisunti, dei cenoni di Pasqua e Pascquetta. Il salmone al sesamo non è solo molto nutriente e quasi esente da grassi nocivi. E’ anche un piatto sfizioso, saporito ed elegante, ottimo per le grandi occasioni. Se siete vegetariani o vegani, basta sostituire il salmone con del tofu. I tempi di preparazione non sono lunghi, tuttavia, se è possibile, lasciate marinare il salmone (o il tofu) per dodici ore in frigorifero. In questo modo  il suo sapore risulterà più intenso e ricco.

Filetti di Salmone al sesamo

Salmone al sesamo

 DOSI PER: 2/3 persone | DIFFICOLTÀ: Media | TEMPO COMPLESSIVO: 1 ora e mezza 
 INGREDIENTI
favicon 1 grande spicchio d’aglio, tritato
favicon 2 cucchiai di salsa di soia a basso contenuto di sodio 
favicon 2 cucchiai di aceto di mele o vino bianco
favicon Peperoncino secco e tritato qb
favicon 1 cucchiaino di radice di zenzero, tritato o frullato
favicon 2 o 3 filetti di salmone selvatico senza pelle
favicon 2 o 3 cucchiai di semi di sesamo bianchi
favicon Sedano, broccoli e carote qb, per il contorno
PROCEDIMENTO
  1. In un sacchetto da congelatore, unite l’aglio, la salsa di soia, l’aceto, lo zenzero e il peperoncino. Mettete i filetti di salmone nel sacchetto e lasciate marinare in frigo per almeno un’ora (o 12 se è possibile).
  2. Preriscaldare il forno a 180° per circa 10-15 minuti. 
  3. Versate i semi di sesamo in un piatto. Poggiate la parte superiore del salmone sui semi, avendo cura di farli aderire in maniera omogenea.
  4. Mettere il salmone in crosta sulla teglia del forno rivestita da carta forno. Fate cuocere per 15-20 minuti, a seconda dello spessore del filetto.
  5. Cuocete i broccoli, le carote e il sedano al vapore o al cartoccio e servitele come contorno insieme al salmone. 

Informazioni nutrizionali:
Una porzione formata da un filetto di salmone medio contiene circa: 550 calorie, 53 g di proteine, 2 g di carboidrati, 1 g di fibra, 0 g di zuccheri, 435 mg di sodio, 35 g di grasso (di cui 8 g sono saturi).

Il Salmone al sesamo è un piatto che va consumato abbastanza caldo per godere del suo massimo sapore, tuttavia, se ben conservato in frigo, può essere mangiato anche il giorno dopo.

Se questo articolo ti è stato utile o lo hai trovato interessante, non dimenticare di condividerlo sui tuoi profili social preferiti.

foto source: 1

 

Potrebbero interessarti anche...

Accetto
Questo blog utilizza cookies di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze e rendere migliore la navigazione. Se vuoi saperne di più, clicca qui. Accettando, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.
Show Buttons
Hide Buttons