Magnesio: benefici, dosi e fonti naturali

Magnesio: benefici, dosi e fonti naturali

Sapete di quanto magnesio ha bisogno il nostro corpo quotidianamente? 400 mg di magnesio al giorno se sei un uomo e di circa 300 mg se sei una donna.
Il problema è che solo il 25% degli italiani introduce questi quantitativi di magnesio tramite la dieta e gli integratori.

Perché questo dato è così allarmante?

In primo luogo, perché ogni organo e cellula del nostro corpo ha bisogno di questo vitale minerale. Il cuore, i reni e i muscoli, hanno bisogno di magnesio per funzionare correttamente. Il magnesio contribuisce a creare energia, attiva oltre 300 reazioni enzimatiche e ci aiuta anche ad assorbire e utilizzare altri minerali essenziali e sostanze nutritive.

In secondo luogo, perché la mancanza di magnesio può portare alla sindrome dell’intestino irritabile, depressione, mal di testa, insonnia, sbalzi d’umore, stanchezza, convulsioni, disturbi del comportamento e irritabilità.

Per quanto riguarda la depressione, ci sono diversi casi in cui pazienti affetti da questa patologia sono stati sottoposti a trattamenti di magnesio con buoni risultati.
Gli autori di questi studi, visto i risultati positivi, hanno fatto un appello chiedendo che il magnesio venga utilizzato in più studi clinici per il trattamento di questa grave malattia.

Come sapere se si ha una carenza di magnesio?

magnesio_

Per conoscere i valori del magnesio presenti nel nostro corpo, si può sempre chiedere un esame del sangue.
Il problema è che solo l’1% del magnesio rimane nel sangue, così un semplice prelievo può considerarsi una prova insufficiente.
Tuttavia, ci sono alcuni segnali che possono rilevare la carenza di magnesio come: crampi alle gambe, mancanza di sonno, tic facciali o qualsiasi dolore cronico.

Alcune abitudini possono ridurre i livelli di magnesio. Ad esempio, mangiare troppi snack zuccherati, bere troppo caffè o bevande gassate. Anche l’invecchiamento naturale porta a carenze di magnesio.
Alcuni farmaci come i diuretici, antiacidi, antibiotici e un sistema digestivo difettoso possono giocare un ruolo negativo .

Uno stile di vita stressante può esaurire ulteriormente i livelli di magnesio. La mancanza di magnesio può contribuire ad aumentare la presenza di ormoni dello stress, quali catecolamine e corticosteroidi , aumentando il rischio di malattie legate allo stress come la pressione alta e l’insufficienza cardiaca.

L’agricoltura moderna ha ridotto il contenuto di magnesio negli alimenti. I pesticidi e tutti gli altri orpelli della moderna produzione alimentare hanno impoverito il nostro rifornimento naturale di magnesio attraverso la catena alimentare.
I nostri antenati avevano il problema opposto, in quanto la loro carne, l’acqua e i frutti di mare avevano un sacco di magnesio.

Al giorno d’oggi, il trattamento di purificazione rimuove il magnesio presente nell’acqua potabile. Neanche gli erbicidi aiutano. È allarmante leggere che la quantità di magnesio nella farina integrale è ridotta a un misero 16% del suo contenuto normale per colpa dei moderni metodi di raffinazione.

Il medico naturopata Carolyn Dean afferma che il magnesio è coltivato dal terreno molto più del calcio, un centinaio di anni fa avremmo potuto ottenere 500 mg di magnesio seguendo una normale dieta. Oggi siamo fortunati se riusciamo ad arrivare a 200 mg.

Fonti naturali di magnesio.

 

Che cosa si dovrebbe mangiare e bere per assicurarsi di non avere carenze allarmanti di magnesio?

Quando andate a fare la spesa preoccupatevi di fare una scorta di banane, noci, semi e verdura a foglia verde come gli spinaci. Questo tipo di verdure sono ricchi di calcio, contribuiscono ad alleviare i dolori articolari e i problemi di digestione.

Scegliete anche del buon pesce, soia e avocado. In una dieta equilibrata è contemplato anche il cioccolato fondente (ricco di vitamina B e ferro) e una dose limitata di caffè.

magnesio__

Infine, sapevate che si può assorbire un po’ di magnesio vitale anche nuotando in mare? Se abitate vicino ad una spiaggia e il tempo lo consente, approfittatene più che potete.

via / foto source: 1 2 3

 

Potrebbero interessarti anche...

Accetto
Questo blog utilizza cookies di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze e rendere migliore la navigazione. Se vuoi saperne di più, clicca qui. Accettando, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.
Show Buttons
Hide Buttons