Carne Italiana: tra le migliori al mondo

L’ultimo prodotto alimentare ad entrare nel mirino del linciaggio mediatico è la carne, anche quella italiana. Fa male, è piena di ormoni, non serve al nostro piano alimentare e da oggi pare che sia pure cancerogena. Ma siamo sicuri di non stare esagerando?

L’allarmismo alimentare è ormai una moda mondiale che si ripresenta ogni due o tre mesi con un nuovo incriminato. Questa volta è toccato alla carne, e per noi italiani più che un semplice allarmismo è una vero colpo al cuore.

A scatenare il putiferio è stato uno studio dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) sul consumo di carne rossa. Leggete bene. MONDIALE. Questo significa che lo studio è stato fatto su una media mondiale di carni e consumatori.

Ma perché questo allarmismo sulla qualità della carne italiana?

Non è una novità che mangiare troppa carne rossa non fa bene alla salute. Ma se si è degli estimatori di carni di qualità, l’Italia è il Paese dove si può stare più tranquilli.

Carne italiana_

Il presidente della Coldiretti, Roberto Moncalvo, ha affermato che questa campagna negativa sulla carne sta mettendo a rischio uno dei settori più importanti del Made in Italy dal valore di 32 miliardi di euro e che dà lavoro a più di 180 mila persone. Anche i pediatri sono preoccupati da questa campagna diffamotoria. Le famiglie non riescono più a consumare carne serenamente.

Crescono i casi di malnutrimento dei bambini perché, nel dubbio, le mamme scelgono di eliminare la carne dalla dieta dei loro figli. A tal proposito, la Federazione Italiana Medici Pediatri afferma che la carne italiana Doc è un alimento fondamentale per lo svezzamento dei neonati perché è un alimento ricco di nutrienti, fondamentali nelle prime fasi della vita.

La scoperta fatta dall’Oms tocca appena di striscio il nostro Paese. Lo studio è stato incentrato su un determinato tipo di carni, hot dog, becon e altra carne da fast food che poco hanno a che fare con la nostra tradizione culinaria.

Ora, pur non essendo fan della carne rossa, paragonare i wurstel e gli hamburger alla nostra carne italiana fa un po’ sorridere. La carne Made in Italy è di alta qualità, è molto più magra, viene controllata dall’allevamento fino allo scaffale. Il nostro bestiame non viene trattato con ormoni di nessun genere, mentre negli USA e in altri Paesi è la stessa legge a consentire tale trattamento. Inoltre, pur facendo parte della dieta mediterranea,i consumi di carne rossa in Italia sono inferiori a quelli degli Stati Uniti del 60%.

Ora, non vogliamo incitare nessuno a mangiare carne rossa tutti i giorni anche se italiana. Bisogna sempre ricordarsi che pur facendo parte della dieta Mediterranea, la carne non è certo alla base della piramide alimentare. Tuttavia, gustare una o due volte a settimana una buon taglio di carne marchiato Doc, nelle giuste quantità, non può nuocere alla salute di nessuno. Almeno in questo caso, possiamo essere felici di vivere in Italia.

foto source: 1 2

 

Potrebbero interessarti anche...

Accetto
Questo blog utilizza cookies di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze e rendere migliore la navigazione. Se vuoi saperne di più, clicca qui. Accettando, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.
Show Buttons
Hide Buttons