Banana Cream Pie Light

Le feste di Natale si avvicinano.  Le tentazioni di gola diventano sempre più insistenti e il rischio di riprendere i chili persi con tanta fatica è dietro l’angolo. Tuttavia, mangiare più sano non significa rinunciare ad un buon dessert. Per creare un dolce squisito ma light, basta sostituire gli ingredienti più grassi con altri meno calorici. Il dolce che proponiamo oggi è la versione ligth della golosissima “Banana Cream Pie“. Questa torta americana è molto veloce da preparare, ed essendo a base di frutta è molto semplice da alleggerire dai grassi aggiunti.

Banana Cream Pie Light

Banana Cream Pie Light

 DOSI PER: 10 persone | DIFFICOLTÀ: Facile | TEMPO COMPLESSIVO: 1 ora e 20 minuti
 INGREDIENTI
favicon 4 porzioni di budino alla vaniglia istantaneo senza zucchero (circa 100 g in tutto)
favicon 560  ml di latte scremato o senza lattosio  
favicon 4 banane medie, tagliate a rondelle
favicon 150 g di biscotti integrali
favicon  80 g di burro o di miele
favicon Panna spray ligth qb 
PROCEDIMENTO
  1. Preparate la crema di budino senza zucchero della vostra marca preferita seguendo le istruzioni dietro la scatola. Una volta tiepida, unite le banane a pezzi e mescolate. Coprite tutto con la pellicola e lasciate raffreddare in frigo per una trentina di minuti.
  2. Sbriciolate i biscotti integrali (quasi come una farina), unite il burro fuso o il miele, mescolare bene. Create una base compatta e liscia come quella della cheesecake. Riponete lo stampo in frigo per almeno 20 minuti.  
  3. Una volta fredda, versate la crema sulla base di biscotti e guarnite la torta con ciuffetti di panna light e rondelle di banana. Fate riposare la torta per un paio d’ore prima di servirla.

La Banana Cream Pie Light è una torta dagli ingredienti semplici. Non necessita di grandi abilità culinarie e non ha bisogno neanche del forno. Questa torta dall’aspetto molto elegante vi farà fare sempre un figurone con i vostri invitati. Se conservata in maniera adeguata, può essere tenuta in frigo anche per 5 o 6 giorni, senza il rischio di alterarne il gusto.

via / foto source: 1 2

 

Potrebbero interessarti anche...

Accetto
Questo blog utilizza cookies di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze e rendere migliore la navigazione. Se vuoi saperne di più, clicca qui. Accettando, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.
Show Buttons
Hide Buttons